MADAGASCAR

L’ottavo continente

Calendario Partenze

Elenco delle partenze

Africa

Descrizione

Nell’immaginario collettivo una straordinaria isola incontaminata, un paradiso della natura, con migliaia di animali, fiori, paesaggi da sogno. Molte volte la realtà è diversa da quella immaginata ma in questo caso il Madagascar soddisfa i sogni e le aspettative dei viaggiatori appassionati della natura.

VEDI LE FOTO

Quota individuale comprensiva di:

  • Volo Air France Italia-Madagascar a/r via Parigi
  • Volo domestico Air Madagascar Tulear – Antananarivo
  • Tasse aeroportuali
  • Sistemazione negli hotel indicati in camera doppia con prima colazione
  • Trasferimenti in fuoristrada e/o minibus indicati nel programma (autista e carburante inclusi)
  • Trasferimento in barca Tulear – Anakao a/r
  • Guida parlante italiano per tutto il soggiorno (escluso nei gg. 13° e 14°).
  • Ingresso nei parchi e nelle riserve previste dal programma
  • Biglietti d’ingresso e guide locali, nei parchi e nelle riserve indicati nel programma.
  • assicurazione Medico Bagaglio

La quota non comprende:

  • Trasferimenti nei gg. 13° e 14°
  • Pasti
  • Assicurazione annullamento
  • Bevande mance ed extra in genere
  • Tutto quanto non espressamente indicato

IL PROGRAMMA

PRIMO GIORNO

Volo Italia – Antananarivo. Partenza AIR FRANCE da Milano Linate via Parigi. Arrivo alle 23:00. Incontro con la guida parlante italiano e trasferimento in hotel. Sistemazione in hotel MEVA GUEST HOUSE o similare. Pernottamento.

SECONDO GIORNO

Antananarivo – Miandrivazo. (389 Km 7 ore in circa in minibus). Verso Miandrivazo, importante e tranquillo borgo incassato tra i monti, dove arriveremo dopo circa 5 ore di minibus. La cittadina rappresenta l’ultimo avamposto dell’Ovest selvaggio: terra di piste, rigagnoli e fiumi tra cui il mitico Tsiribihina. Già da qui possiamo cominciare ad ammirare i famosi tsingy, pinnacoli di arenaria simili a chiese naturali, con campanili carsici stagliati in un fantastico scenario. Trasferimento in hotel PRICESS DE TSIRIBIHINA o similare. Pernottamento a Miandrivazo.

TERZO GIORNO

Miandrivazo – Morondava. (285 Km 9 ore in circa in pulmino). Prima colazione in hotel, giornata dedicata interamente al trasferimento verso Morondava. Arrivo e sistemazione in hotel Chez Maggie o similare.

QUARTO GIORNO

Morondava – Bekopaka – Tsingy De Bemaraha National Park (200 Km 8 ore in fuoristrada). Dopo unA giornata di viaggio in pulmino arriviamo presso il Parco Nazionale Tsingy di Bemaraha. Qui ammireremo lo straordinario spettacolo dei fenomeni carsici: architetture naturali a forma di guglia unici al mondo. Nel parco troviamo anche una ricchissima fauna che comprende 13 specie di lemuri, il grande fossa (simile a un puma), un centinaio di specie di uccelli terrestri e acquatici, anfibi e rettili. Anche la flora è molto ricca ed originale, deve sopravvivere in condizioni durissime: da una parte una fitta foresta, dall’ altra la savana. Visita di circa 2 ore al piccolo Tsingy, con un panorama che domina le foreste di guglie carsiche. Sistemazione in HOTEL OLYMPE DE BEMARAHA o similare.

QUINTO GIORNO

Parco Nazionale Tsingy di Bemaraha. (Escursione Piccolo Tsingy e Gola di Manambola). Dopo la prima colazione, imbarco a bordo delle piroghe tradizionali per il giro nella gola del Manambolo, dove si possono ammirare le suggestive cascate, decine di specie di lemuri, tra cui il lemure testa nera e il sifaka di Decken, oltre a numerosi esemplari dell’avifauna e rettili. Pranzo al sacco (non compreso). Nel pomeriggio, visitiamo il piccolo tsingy, nella irreale cornice di una foresta di guglie carsiche (10 – 20 metri di altezza), con un po’ di fortuna potremmo avvistare il lemure marrone dal fronte rosso, il raro lemure bambù grigio e il lemure topo lanoso notturno. Rientro in hotel (HOTEL OLYMPE DE BEMARAHA o similare).

SESTO GIORNO

Parco Nazionale Tsingy di Bemaraha. Escursione Grands Tsingy. Sveglia presto e colazione. Giornata dedicata all’ escursione nel Grande Ttsingy. Durante l’itinerario di 6 ore cammineremo su una passerella sospesa a 70 metri di altezza e attraverseremo alcuni passaggi spettacolari sulle pareti, il paesaggio è di grande suggestione: fenomeni carsici a forma di guglia unici al mondo e una ricchissima fauna che comprende 13 specie di lemuri, il fossa (simile a un puma), un centinaio di specie di uccelli terrestri e acquatici, anfibi e rettili. Rientro in hotel (HOTEL OLYMPE DE BEMARAHA o similare).

SETTIMO GIORNO

Morondava – Antsirabe. (570 Km / 10 ore in pulmino). Lasciamo la zona Sud occidentale e arriviamo ad Antsirabe. La città è situata a 1400 mt. di altezza ed è il punto più “freddo” del Madagascar. Oggi si presenta elegante e ancora influenzata dal fascino dell’età coloniale; è considerata la capitale dei pousse-pousse (mezzo di trasporto urbano a trazione umana), ce ne sono migliaia simpaticamente decorati, ed è a bordo di questi che visiteremo la città. Vedremo anche alcune botteghe artigiane di pietre, corna di zebù e cotone. La cotonnière d’Antsirabe è la più importante unità produttiva tessile dell’oceano indiano. Sistemazione in hotel ROYAL PALACE o similare.

OTTAVO GIORNO

Turmi-Omorate-Dessanech. Mercato delle donne Hamer, uno dei popoli più belli del bacino dell’Omo. Dopo pranzo in navigazione lungo il corso dell’Omo, raggiungeremo alcuni dei villaggi piú remoti del fiume. Questo è il fiume dei Desanech che popolano le sponde meridionali dell’Omo, vivendo sulle isole del delta.

NONO GIORNO

Antsirabe – Fianarantsoa. (235 Km – 6 ore in pulmino). Dopo la prima colazione ci dirigiamo verso Fianarantsoa. Passiamo per la cittadina di Ambositra, famosa per il grande spettacolo «savika», uno sport tradizionale durante il quale i partecipanti tentano di giocare con lo zebù. Sosta ad Ambositra (capitale della lavorazione del legno artigianale) per la visita delle botteghe Zafimaniry, celebri per le sculture in legno. Pranzo ad Ambositra (escluso). Arriviamo, passando tra verdi risaie a Fianarantsoa. Occupata dall’etnia Betsimisaraka, la cittadina, fondata nel 1830, è famosa per la produzione di vino e tè. Tempo libero per la visita. Sistemazione in HOTEL TSARA GUEST HOUSE o similare.

DECIMO GIORNO

Fianarantsoa – Ranohira. (297 Km – 5 ore in pulmino). Dopo la prima colazione, partenza per Ranohira. Lungo la strada possiamo fermarci ad una fabbrica della caratteristica carta antemoro. Originaria dell’Arabia, introdotta dai popoli arabi, le popolazioni antemoro ne continuano la tradizione produttiva. Visitiamo la riserva Anja, piccolo gioiello naturale traboccante di lemuri catta (Lemur catta Linnaeus) e camaleonti. Proseguiamo per Ranohira attraversando un paesaggio tipico della macchia e savana sull’altopiano di Ihorombe. Sistemazione in HOTEL LE RELAIS DE LA REINE o similare.

UNDICESIMO GIORNO

Ranohira – Isalo – Ranohira. Prima colazione. Trasferimento e visita Parco Nazionale di Isalo. Il massiccio dell’Isalo rappresenta uno dei parchi nazionali più visitato dell’isola. Si estende su una superficie di 80.000 ettari ed ospita moltissime specie endemiche. Sono numerosi i luoghi sacri agli abitanti locali, i Bara, che seppelliscono i loro morti nelle grotte dei canyon. Nuoteremo nelle acque cristalline di una piscina naturale e dopo il pranzo al sacco (non compreso) incontreremo i lemuri Fulvus Rufus e i simpatici Lemuri Catta, emblema del Madagascar, dalla coda anellata bianca e nera. Proseguiamo per le cascate delle ninfee. Rientro in HOTEL LE RELAIS DE LA REINE o similare.

DODICESIMO GIORNO

Ranohira – Tulear . (243 Km 4 ore in pulmino). Prima colazione. Attraversando Ilakaka, terra di ricercatori di zaffiri, incroceremo il tropico del Capricorno. L’itinerario presenta un paesaggio di grande suggestione: baobab, foresta spinosa, gli “Alo Alo”, steli funerari in legno artisticamente scolpiti sulle tombe dell’etnia Mahafaly. Arriviamo a Tulear, la città bianca. Pomeriggio dedicato alla conoscenza delle piante endemiche nel giardino botanico di Antsokay . Breve passeggiata a piedi al mercato delle conchiglie e tour della città. Poi trasferimento in HOTEL HYPPOCAMPO o similare.

TREDICESIMO GIORNO

Tlear – Anakao. Prima colazione, poi trasferimento in auto e in barca per Anakao, grazioso villaggio di pescatori Vezo. Le due giornate saranno dedicate al relax sulla bella spiaggia. Consigliamo l’escursione giornaliera alla vicina isola di Nosy Ve, a 4 km da Anakao, che offre una stupenda spiaggia deserta dai bellissimi fondali ideali per lo snorkeling.

QUATTORDICESIMO GIORNO

Tlear – Anakao. E’ possibile inoltre osservare una colonia di uccelli esotici, i fetonti dalla coda rossa (Phaethon rubricauda), che si nascondono tra i cespugli e nella sabbia per deporre le uova. Insieme alle Isole Reunion questo è uno dei pochi siti dell’emisfero australe dove nidificano. Sistemazione in HOTEL ANAKAO OCEAN LODGE o similare.

QUINDICESIMO GIORNO

Anakao – Tulear – Antananarivo. Prima colazione e imbarco per Tuléar. Trasferimento in aeroporto per il volo per Tana (volo Air Madagascar 10:05 / 12:35 via Fort-Dauphin). Arrivo ad Antananarivo. Tempo libero per le visite. Trasferimento in aeroporto per il volo di rientro (ore 01:40). Sistemazione day use al MEVA GUEST HOUSE o similare.

SEDICESIMO GIORNO

Volo di rientro Air France. Soava dia, ary mandrampiaona, buon viaggio, e arrivederci.

Privacy: Accetto i termini della Privacy Policy.*

400 401 406

INFORMAZIONI UTILI

  • DOCUMENTI: passaporto con validità residua di almeno 6 mesi al momento dell’ingresso nel Paese. Occorre sempre controllare che il passaporto abbia almeno una pagina vuota, senza timbri od annotazioni nella sezione riservata ai visti d’ingresso al fine di poter apporre, al momento dell’arrivo nel Paese, la vignetta di permesso di soggiorno temporaneo. Visto d’ingresso: necessario, per turismo o per affari fino a 90 giorni di permanenza nel Paese. Il visto viene rilasciato direttamente in aeroporto al momento dell’ingresso nel Paese.
  • IN VALIGIA: Nel Paese sono presenti due stagioni, una secca che va da maggio a settembre ed una piovosa e calda che va da ottobre ad aprile. Nei mesi da gennaio ad aprile, il Paese può essere soggetto a tempeste tropicali. Il clima della capitale, Antananarivo, è generalmente secco e salubre. Durante il periodo di Luglio e Agosto sugli altopiani fino a Fianarantsoa, la sera fa molto freddo ed è umido, si consiglia vivamente di munirsi di maglioni pesanti e pigiami per la notte. Prevedere un costume da bagno per un tuffo nella piscina naturale dell’Isalo. Da non dimenticare: qualche indumento caldo nel periodo: aprile-ottobre, soprattutto durante il soggiorno negli altipiani. crema solare, antizanzare, K- way, scarpe da trekking, cappelli e occhiali da sole.

Seguici su:

Turismo Sostenibile Srl, Piazza Virgilio 34 | 57037 - Portoferraio Isola d'Elba (LI)
P.I. 01708200496 | Codice SDI: SUBM70N

Facebook Messenger
Live Chat
Invia con WhatsApp