Programmi per gruppi precostituiti

Programmi Trekking in Toscana

1° Giorno – Arrivo a Livorno nel pomeriggio, visita libera della città.

Cena e pernottamento in hotel.

2° Giorno – Dopo la prima colazione, trasferimento al porto Mediceo di Livorno, incontro con la guida e partenza per l’Isola di Gorgona. l’Isola più piccola del Parco Nazionale dell’Arcipelago Toscano (2,23 kmq) ed ha uno sviluppo costiero di poco più di 5 km.

Il territorio scosceso, nel versante che guarda ad ovest, termina a m 225 nella Punta Gorgona, mentre il versante rivolto ad est è diviso da tre piccole vallate, quella settentrionale  scende fino al mare presso il piccolo arenile del villaggio, dove si trova l’approdo di Cala dello Scalo, il principale centro dell’Isola.  Le strade di terra battuta collegano gli edifici, le zone destinate all’allevamento e alle coltivazioni oggi tenute dei detenuti di penitenziario.  Salendo verso l’interno si trovano due antiche fortificazioni: la Torre Vecchia, pisana, e la Torre Nova, medicea. Importante è la fortificata di Chiesa di San Gorgonio,  Villa Margherita, costruita su resti romani, oggi è sede della casa di pena. Nel punto più alto dell’isola si trova un complesso della seconda metà dell’Ottocento che in origine ospitava il faro dismesso nel 1975.

Pranzo al sacco.

In serata rientro in Hotel, cena e pernottamento.

3° Giorno – Dopo la prima colazione, in prima mattinata trasferimento in maremma, incontro con la guida e partenza da Porto Santo Stefano, per l’isola del Giglio. L’isola è la seconda per grandezza dopo l’Elba, con una superficie di 21,2 kmq.

L’isola del Giglio ha tre piccoli centri abitati: Giglio Porto, il colorato scalo dell’Isola, Giglio Castello, l’antico centro medioevale  le cui mura racchiudono gli stetti vicoli sormontati da balconi fioriti e   la frazione di Campese che si affaccia ad ovest sulla più grande spiaggia dell’isola. Molteplici sono i sentieri che si possono percorrere; nelle giornate limpide il panorama diviene mozzafiato su alcune delle Isole dell’Arcipelago: l’Isola d’Elba, Montecristo, Giannutri e la costa toscana con il Monte Argentario.

Pranzo con cestino.

Rientro sulla costa, trasferimento in Hotel, cena e pernottamento.

4° Giorno – dopo la prima colazione, trasferimento a Porto Santo Stefano, incontro con la guida  e partenza per l’Isola di  Giannutri, l’Isola più meridionale dell’Arcipelago. Giannutri affiora dalle acque come una candida mezzaluna di calcare. Lungo gli 11 chilometri di costa sono prevalenti le scogliere rocciose dove si aprono grotte e spaccature originate dall’azione del mare e del vento. Gli unici porticcioli dell’isola sono Cala Spalmatoio e Cala Maestra, entrambi presentano due piccolissime spiagge di ghiaia. I fondali sono splendidi, abbondano di biodiversità, frequentemente si possono avvistare delfini e balenottere. Gli escursionisti appassionati possono godere dell’incantevole paesaggio percorrendo i molteplici sentieri chi si inoltrano verso il Monte Mario e il Poggio Capel Rosso.

Pranzo con cestino.

Rientro sulla costa, trasferimento in Hotel, cena e pernottamento.

5° Giorno – dopo la prima colazione, escursione al Parco dell’Uccellina, incontro con la guida e partenza da Talamone: l’itinerario si collega all’antico sentiero doganale. Cisti e rosmarini costeggiano il percorso che poi si immerge nella fitta macchia.

Un itinerario bellissimo tracciato vicino al mare che permette di ammirare, grazie alla bassa vegetazione, la splendida costa rocciosa, le isole e il promontorio dell’Argentario. Il percorso poi si immerge all’interno della macchia sino ad arrivare alla piccola spiaggia che si stende ai piedi della collinetta dominata dalla Torre delle Cannelle. E’ possibile tornare indietro da un sentiero alternativo, ripido, sino alla sommità del crinale che poi si riunisce al  sentiero percorso all’inizio, per poi così tornare al paese.

RICHIEDI UN PREVENTIVO

1° Giorno – Arrivo a Pitigliano in mattinata. Incontro con la guida e breve sosta a Pitigliano. Escursione alla via Cava di San Giuseppe. Questa via cava è sicuramente la più caratteristica dei dintorni di Pitigliano, tanto amata dai suoi abitanti che ogni 19 marzo ne fanno teatro della “Torciata di San Giuseppe”. Il percorso si snoda in un sentiero circondato da pareti ripide alte 12 metri e si potranno osservare i segni lasciati nei secoli sul tufo dal continuo e lento passaggio di uomini e animali. Sosta alla Necropoli di San Giuseppe, si prosegue poi per la Fonte dell’Olmo. Sosta pranzo (a carico dei partecipanti) nell’area adibita a pick-nick.

Nel pomeriggio, escursione alla via Cava dei Fratenuti.  Il percorso è breve, ma estremamente suggestivo: guadando il fiume Meleta e si arriva ad un profondo corridoio di roccia tufacea caratterizzato da imponenti pareti verticali di 15 metri, con incisioni, graffiti ed un microclima tutto particolare. Si prosegue poi la via cava di Poggio Cani rientrando nel centro abitato di Pitigliano, dove potremo degustare  di prodotti tipici Toscani.

Sistemazione in Hotel, cena e pernottamento.

2° Giorno – Dopo la prima colazione, incontro con la guida e partenza per Sorano, piccolo borgo medievale posto alle spalle di Pitigliano. Escursione trekking ad anello. Il percorso dura 7 ore ca per una percorrenza di 13 km.

Durante il percorso sarà possibile osservare il sito archeologico che conta ca. 200 abitazioni scavate nella roccia, si potranno scorgere due catelli  e nota “Chiesaccia”. Il percorso prosegue attraverso un bosco incontaminato, accompagnati dallo scorrere del fiume lente, qui si potrà osservare una pregevole opera di ingegneria: un acquedotto ottocentesco con arcate, condutture e ponti.

Pranzo a sacco fornito dall’hotel.

In serata rientro in Hotel, cena e pernottamento.

3° Giorno – Dopo la prima colazione, incontro con la guida e partenza per una breve escursione trekking a/r. Il percorso dura 5 ore per una percorrenza di 9 km

Da Pitigliano si innesta il sentiero per la via cava dell’Annunziata, ripida con una breve salita, che ci porterà a raggiungere un bel sentiero pianeggiante caratterizzato da querce e siepi che vestono i vigneti circostanti. Da questo punto panoramico caratterizzato da un pianoro tufaceo sarà possibile  godere di una spettacolare vista sulla campagna circostante, si attraversa successivamente la via cava di Piano dei Conati, immergendoci in un ambiente caratterizzato da muschi, floride felce e salubri licheni. Si passa ancora l’abitato di Sovana e si giunge alle pendici dell’imponente Rocca Aldobrandesca,  prima di entrare in paese, faremo una breve deviazione nel bosco per visitare la necropoli del Folonia. Pranzo al sacco fornito dall’Hotel. Dopo pranzo torneremo sui nostri passi per fare rientro a Pitigliano. La giornata continua con un rigenerante bagno termale presso le famose Cascatelle di Saturnia.

RICHIEDI UN PREVENTIVO

Programmi Turistici in Toscana

Grosseto, Argentario, Isola del Giglio, Pitigliano

1° Giorno – Arrivo in prima mattinata a Grosseto. Incontro con la guida e visita del centro storico.

Capoluogo dell’omonima provincia e il principale centro della Maremma, Le origini di Grosseto risalgono all’alto Medioevo e ne rimangono ancora oggi molteplici esempi. Di notevole interesse Piazza Dante, nella quale troviamo il Duomo, il Palazzo Comunale e il Palazzo Aldobrandeschi. Pranzo in Ristorante. Nal pomeriggio proseguimento per la visita del promontorio dell’Argentario famoso per la bellezza selvaggia delle sue coste, sosta nei due piccoli borghi sul mare: Porto Ercole e Porto Santo Stefano. Sistemazione in Hotel, in maremma cena e pernottamento.

2° Giorno – Dopo la prima colazione, partenza per Porto Santo Stefano, imbarco, con la compagnia di Navigazione prefissata per l’Isola del Giglio. Arrivati a Giglio Porto incontro con la guida locale ed inizio della visita a piedi del caratteristico borgo marinaro. Pranzo in Ristorante. Nel primo pomeriggio trasferimento a Giglio Castello con bus riservato, visita del borgo medioevale, dal quale nelle giornate limpide sarà possibile vedere la costa maremmana e le Isole dell’Arcipelago: Elba, Montecristo e Giannutri. Rientro con il bus al porto dove ci sarà la motonave in partenza per rientrare a Porto Santo Stefano. Rientro in Hotel. Cena e pernottamento.

3° Giorno – Dopo la prima colazione partenza per Pitigliano attraversando  la maremma toscana, sarà possibile vedere la selvaggia bellezza di questa terra. Si raggiunge Pitigliano dopo ca 2 ore, il paese è unico per la forma nonché per  la magnifica posizione sulla rupe tufacea da cui sorgono le case. L’abitato sembra originarsi in modo naturale fra grotte e  ripide rupi che solcano il pianoro. Incontro con la guida  e visita del centro storico. Trasferimento a Sovana e pranzo in ristorante con menu tipico maremmano. Nel pomeriggio trasferimento in azienda agricola e degustazione di vino D.O.C.

RICHIEDI UN PREVENTIVO

1° Giorno – Arrivo A Pitigliano in Mattinata, il paese sorge su una rupe tufacea, dal colore ocra, le case del borgo sembrano essere un prolungamento quasi naturale della roccia sottostante che nasconde grotte ed anfratti e ripide rupi che solcano il pianoro. Incontro con la guida e visita del centro storico dove un labirinto di piazze e vicoli che si rincorrono, creando la magia che contraddistingue questo borgo. Fra portali e scale di pietra si possono trovare numerosi negozi e botteghe dove comprare gli ottimi prodotti locali. Dal punto di vista storico  il Duomo, la fontana dalle 7 cannelle, il ghetto ebraico. Pranzo in ristorante con menu tipico maremmano. Nel pomeriggio possibilità di effettuare   una degustazione di vino D.O.C. in azienda agricola.  Trasferimento a Bolsena, sistemazione in hotel, cena.  

2° Giorno – Dopo la prima colazione, incontro con la guida e visita del borgo ubicato sulla riva  sull’omonimo lago, visita dell’antico borgo medievale ancora ben conservato. Tra i monumenti di rilievo la Collegiata di Santa Cristina, la rocca Monaldeschi  che ospita il museo  Territoriale del lago di Bolsena. Pranzo in Ristorante sul lago. Nel pomeriggio possibilità di effettuare un escursione con battello sul lago di origine vulcanica più grande d’Europa, periplo dell’Isola Bisentina e dell’Isola Martana. Rientro in hotel, cena e pernottamento.

3° Giorno – Dopo la prima colazione, trasferimento a Civita di Bagnoregio,  incontro con la guida;  conosciuta anche come “la città che muore” per il progressivo crollo delle pareti perimetrali, dona a questo luogo un’atmosfera irreale quindi indelebile. Il borgo sorge su un colle tufaceo cuneiforme a 443 metri, stretto fra i due profondi burroni del Rio Chiaro e del Rio Torbido. Grazie all’integrità del suo centro storico e alla bellezza paesaggistica è stato inserito nell’elenco dei Borghi più Belli d’Italia, è possibile raggiungere il piccolo centro solo a piedi tramite un ponte che raggiunge la porta antica del paese, le case del piccolo centro sono costruite  interamente a sasso.   Alle spalle dell’abitato si estende la grande vallata incisa dai “calanchi”,  creste d’argilla dalla forma ondulata e talvolta esilissima, inasprite qua e là da ardite pareti e torrioni enormi, come il solenne e dolomitico “Montione” e la cosiddetta “Cattedrale”. Lo scenario offerto dalla Valle dei Calanchi e dal borgo di Civita di Bagnoregio, forma uno dei paesaggi più straordinari e unici d’Italia. Pranzo in ristorante a Bagnoregio.

RICHIEDI UN PREVENTIVO

Pienza, Montepulciano, Siena e San Giminiano

1° Giorno – arrivo in prima mattinata a Pienza, incontro con la guida e inizio della visita al “piccolo gioiello” del Rinascimento nel cuore della Toscana. Gran parte della sua architettura più bella fu fatta realizzare da Papa Pio II, che chiamò a lavorare a Pienza uno degli architetti più famosi dell’epoca, Bernardo Rossellino. Pienza oggi è stata dichiarata patrimonio mondiale dell’umanità dall’Unesco per l’importanza dei suoi monumenti e del suo assetto urbano. Sosta in una pizzicheria del luogo per la degustazione di prodotti tipici come il pecorino e i salumi di Cinta Senese. Pranzo in ristorante tipico. Nel pomeriggio proseguimento per Montepulciano. Partendo dalla parte bassa della città, all’esterno delle mura, si trovano la Chiesa di Sant’Agnese, la Fortezza medicea del Sangallo e la trecentesca porta di Gracciano.  Nel centro storico è collocata la Colonna del Marzocco, la chiesetta di San Bernardo e il Palazzo Avignonesi. Seguono altri palazzi rinascimentali fino ad arrivare al Palazzo Bucelli nel cui basamento sono murate numerose urne cinerarie e varie pietre e iscrizioni etrusche e latine. Montepulciano è famosa anche per il vino nobile di Montepulciano, affacciandosi per ammirare le piane sottostanti al paese è possibile scorgere le coltivazioni a vigneti peculiarità di questa zona del senese. Visita e degustazione in una cantina. Trasferimento a Chianciano, sistemazione, cena e pernottamento in hotel.

2° Giorno – dopo la prima colazione, partenza per Siena, incontro con la guida  e    inizio della visita alla bellissima cittadina, famosa in tutto il mondo per il Palio che si svolge in Piazza del Campo il 2 luglio e il 16 agosto. Lasciato il bus alla Fortezza Medicea si prosegue per il centro storico ricco di vicoli che portano tutti alla famosa Piazza. Da vedere la Torre del Mangia  alta 88 metri, dalla cui sommità di può ammirare lo splendido panorama della città e il Palazzo Pubblico famoso in tutto il mondo per essere l’esempio perfetto di architettura gotica, il Duomo e il Battistero. Pranzo in ristorante tipico Medievale . Nel pomeriggio proseguimento della visita agli innumerevoli monumenti e piazze.

In serata trasferimento in Hotel a Chianciano, cena e pernottamento.

3° Giorno – Dopo la prima colazione partenza per San Gimignano, incontro con la guida e inizio della visita del borgo famoso per le sue torri, ancora oggi se ne contano 13, si dice che nel IV sec, ve ne fossero 72, almeno una per ogni famiglia benestante, che poteva cosi mostrare  attraverso la costruzione il proprio potere economico. Ricordiamo da vedere il Duomo, le Torri gemelle, il vecchio Palazzo del Podestà, il Palazzo Comunale. La Torre Grossa, la più alta della città, dalla quale si può vedere il panorama che spazia dalla Valdelsa fino alle Alpi Apuane. Sulla caratteristica piazza triangolare della Cisterna, la quale deve il suo nome al pozzo ottagonale che ne occupa la parte centrale, si affacciano palazzi e case di rilievo architettonico come Palazzo Razzi, Casa Silvestrini e Palazzo Tortoli. Pranzo in ristorante tipico.

RICHIEDI UN PREVENTIVO

Pisa, Firenze e Lucca

1° Giorno – arrivo a Pisa  in prima mattinata incontro con la guida, sosta in Piazza dei Miracoli dove si potrà ammirare la Torre di Pisa, situata  al lato della Piazza, in realtà è il campanile  del Duomo pisano, naturalmente i visitatori saranno affascinati dalla sua pendenza  che sembra sfidare ogni legge di gravità. La Torre, alta 54 mt, deve la sua fama anche alla singolarità e allo splendore delle sue decorazioni uniche al mondo. Visita  al Battistero costruito in stile romanico intorno alla metà del XII sec.e al Duomo, la cui costruzioni iniziò nel 1064 è un esempio di architettura romanico-pisana, al suo interno ospita opere di artisti quali Cimabue, Andrea del Sarto, Giovanni Pisano e del Beccafumi. Pranzo in Ristorante all’interno della tenuta di San Rossore.

Nel pomeriggio trasferimento a Torre del lago Puccini famosa, per aver ospitato le battute di caccia del compositore lucchese Giacomo Puccini. Il maestro vi abitò a lungo, ed oggi qui è sepolto in una bella villa in riva al lago di Massaciuccoli.

Trasferimento a Montecatini, sistemazione in Hotel, cena e pernottamento.

2° Giorno – dopo la prima colazione partenza per Firenze e visita guidata della deliziosa città ricca di monumenti di inestimabile bellezza. Da Lungarno della Zecca (dove sarà lasciato il bus) si prosegue per Ponte Vecchio dove sarà possibile osservare le botteghe orafe,  gli Uffizi, Piazza della Signoria con il palazzo omonimo ( sede del Municipio) e Piazza Santa Croce.  Pranzo in ristorante centrale. Nel pomeriggio proseguimento della visita con il Duomo, il Campanile di Giotto e il Battistero. Tempo a disposizione permettendo passeggiata all’interno di Borgo San Lorenzo dove tutti i giorni viene allestito il mercatino degli ambulanti. Nel tardo pomeriggio proseguimento per Montecatini, cena e pernottamento in Hotel.

3° Giorno – Dopo la prima colazione partenza per Lucca incontro con la guida e inizio della visita alla bella cittadina. Imponenti sono le mura alberate di epoca rinascimentale che circondano completamente il centro storico, le strade medioevali sono fiancheggiate da eleganti negozi e botteghe artigiane, chiese e piazze si alternano creando inusuali prospettive. Il centro storico è completamente privo di traffico, si ha cosi la possibilità di vivere in un’atmosfera di altri tempi. Pranzo in Ristorante.

RICHIEDI UN PREVENTIVO

Login

TURISMO SOSTENIBILE S.R.L.

Indirizzo

Piazza Virgilio 34 57037 Portoferraio, LI

P.IVA

01708200496

COD. SDI

SUBM70N

Telefono

Email